GSC-CUD: che cos'è

Pubblicato in Attualità
Mercoledì, 08 Novembre 2017 13:09
Salto in alto con riporto. Nella foto, Veit di Zenevredo. Salto in alto con riporto. Nella foto, Veit di Zenevredo. @Claudia Bacchi

È il veterano della cinofilia. Infatti, proprio l’anno scorso, il GSC-CUD ha spento 40 candeline per festeggiare i suoi 40 anni di vita. Costituito il 4 aprile 1975 e riconosciuto l’anno successivo dall’Enci, è stato il primo gruppo cinofilo nel panorama italiano e uno dei primi a livello internazionale.

<<GSC-CUD (Gruppo Sportivo Cinofilo-Cani da Utilità e Difesa) fu fondato da Umberto Saronni a Pavia, per celebrare il suo grande amore per l’Utilità e Difesa>> spiega Celso Rosati, uno degli ultimi figuranti per tutte le razze tenuti a battesimo dal CUD riconosciuto ENCI, ed oggi consigliere. <<Nasceva già con uno spirito globalista, infatti voleva promuovere l’Utilità e Difesa a tutte le razze, e anticipava così di decenni la decisione dell’FCI del 2001 circa, di fare dell’IPO una prova selettiva con le stesse finalità, e il successivo Trofeo Enci>>.

<<Ricordo che gareggiavano Akita Inu, Bovari delle Fiandre, Border Collie, oltre a cani da pastore belga e tedeschi, Dobermann e Rottweiler>> continua Rosati. <<In quegli anni, a parte la SAS, non esistevano ancora le altre società specializzate, quindi i brevetti venivano conseguiti proprio nelle gare CUD. Le più importanti si svolgevano fra Garbagnate e Busto Arsizio con un numero di coppie cani-conduttori che negli anni ’80 andava dai 100 ai 150. Arrivavano concorrenti da tutta Europa, giudicati da una giuria internazionale di italiani, svizzeri, austriaci, tedeschi. Insomma, una grande festa dell’UD, e anche molto importante, visti i binomi che vi partecipavano.

Negli anni ’90 il gruppo cinofilo ha aperto ad altre discipline prettamente sportive, come l’Agility e l’Obedience, selezionando binomi che hanno ottenuto risultati eccellenti in campo internazionale. I Campionati restano tutt’oggi un punto di riferimento importante per le discipline sportive cinofile, con un numero di partecipanti complessivo di circa 400 binomi ogni anno. Il prossimo, fra quindici giorni, i prossimi 25 e 26 novembre.

Oggi il presidente del gruppo cinofilo, che conta circa 600 iscritti, è Dino Berto, addestratore e conduttore che con i suoi cani ha partecipato a diversi mondiali fra Atibox, FMBB ed FCI.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito web: http://www.gsc-cud.it.

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Novembre 2017 14:47

Siti amici

canedifamiglia it

Gestione quotidiana del cane, salute e preparazione sportiva.

cinowork
Attività agonistiche per tutti con Cinowork, FIDASC CONI.